Carmen che non vede l'ora di Leggere senza stereotipisabato 26 alle 16.30, in occasione della rappresentazione al Teatro Argot Studio di Roma di Carmen che non vede l’ora di Tamara Bartolini e Michele Baronio, in cartellone dal 21 al 27 ottobre, Leggere senza stereotipi proporrà una propria selezione bibliografica e attività per bambini e bambine.

Grandi e piccoli/e avranno modo di leggere, osservare, discutere e liberarsi- speriamo- di molti lacci. Oltre a sfogliare, leggere e raccontare i libri, bambine e bambini potranno, dentro (e fuori) all’attività di laboratorio, dare nuove forme e nuovi abiti alla propria identità e alle proprie fantasie.

Nel solco del viaggio di questa Carmen avanti e indietro nel tempo, della sua lotta contro la violenza e la sopraffazione e della sua ricerca della libertà, abbiamo scelto di compierne uno parallelo tra le rappresentazioni che testi e immagini per l’infanzia propongono, tra le storie che costituiscono i mattoni dell’immaginario collettivo. Perché quell’immaginario, gli stereotipi, i ruoli prefissati, le gerarchie tra i generi, le catene che porta con sé, sono il terreno in cui violenza, sopraffazione e discriminazione crescono e si diffondono.

Rompere questi meccanismi è una festa, una danza, una narrazione, un carnevale che cercheremo di vivere sabato alle 16.30 con Tuba Libreria delle donne presso il Teatro Argot Studio, Via Natale del Grande 27 a Trastevere.

 

Stampa Stampa
educare alle differenze eventi

educare alle differenze 2

Coworking

Progetti dedicati all'adolescenza

Formazione infanzia

Leggere senza stereotipi

Huffingtonpost Monica Pasquino

Partecipa

Coworking