Associazione
di Promozione
Sociale
Seguici su facebook letter icon follow instagram
scosse

Convegno della scuola fa differenza2

Da Team Scosse
Condividi:
educare_convegnoConvegno conclusivo della seconda edizione del corso di formazione

Si è concluso oggi, con un partecipatissimo incontro alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, la seconda edizione del corso La scuola fa differenza, progetto di formazione realizzato in 16 scuole dell’infanzia e asili nido del Comune di Roma dall’associazione di promozione sociale SCOSSE in collaborazione con Archivia.

Il racconto da parte di educatrici, maestre e funzionarie dei progetti e degli strumenti ideati da ogni gruppo educativo e sperimentati in classe con bambine e bambini è stata la risposta più forte al clima di disinformazione attorno allo spauracchio della “ideologia gender” e alla assurda censura degli albi illustrati senza stereotipi, da sempre strumenti preziosi per la formazione.

La libera e consapevole espressione delle emozioni, il corpo e il gioco simbolico sono emersi come temi centrali per una educazione alle differenze che contrasti fin dalla primissima infanzia gli stereotipi di genere per offrire a bambine e bambini la possibilità di sperimentarsi, imparare a esprimere, condividere e gestire le emozioni, compiere scelte alla pari, ma anche per prevenire lo sviluppo di discriminazioni, disparità, violenze di genere e fenomeni di bullismo e omofobia.

Nodo centrale della seconda annualità è stata la pratica della ricerca-azione che ha permesso a insegnanti ed educatrici di mettersi in gioco in prima persona, dando spazio anche all’osservazione in classe quale strumento specifico e permanente di autovalutazione e di progettazione di attività e interventi trasformativi.

Un momento intenso e vero di autoformazione, confronto e condivisione di buone pratiche che ha coinvolto gli asili nido e le scuole dell’infanzia del Comune di Roma: La mongolfiera e Il bruco (Municipio VI), Villa Chigi e San Pio X (Municipio II), I bimbi dell’arcobaleno e L’albero dei bambini (Municipio V), La porta magica, Di Donato e Baccarini (Municipio I), La torta in cielo e Loris Malaguzzi (Municipio XI), Le Marionette e Bobbio (Municipio VII), Castello incantato e Marco Giannetti (Municipio III), Piccinini (Municpio IV).

Un esempio riuscito di una pratica educativa orizzontale che riesce a fare rete a livello cittadino. Lo stesso modello che vorremmo portare avanti, a livello nazionale, nel secondo appuntamento Educare alle differenze, giornate di autoformazione che avranno luogo presso la scuola Carlo Cattaneo di Roma il 19 e 20 di settembre, coinvolgendo realtà che operano in tutti gli ambiti educativi.

L’Associazione SCOSSE

scosse Ultimi articoli
  • Il kit si propone come strumento utile per diffondere conoscenze e consapevolezza sull’urgenza di promuovere la parità di genere e l’eliminazione di ogni forma di violenza di genere nel mondo. Il Kit didattico è pensato per sviluppare competenze di vita e formare cittadinз consapevoli; affronta i temi dell’Agenda 2023, mettendo in luce la trasversalità del […]

  • In un momento storico in cui gli ennesimi terribili femminicidi hanno smosso in modo inaspettato un’opinione pubblica pronta ad ascoltare nuove istanze culturali alla luce del fallimento delle passate. In un momento storico in cui mezzo milione di persone scende in piazza insieme a Non una di meno per lottare contro la violenza patriarcale. In […]

  • Nell’ambito del progetto Generazione 5 – Le nuove generazioni in azione per l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 5 è nata la Guida Multidisciplinare dedicata a docenti delle scuole secondarie di 2° grado La guida è uno strumento di lavoro che fornisce spunti di possibili attività didattiche da applicare nella quotidianità scolastica per comprendere e prevenire la […]

scosse Campagne
Realizziamo il quartiere Transfemminista

La campagna “Costruiamo insieme il Quartiere Transfemminista” è il risultato delle attività laboratoriali svolte con pre-adolescenti e adolescenti nelle scuole del III Municipio di Roma capitale.

#apensarcibene

La campagna di decostruzione delle dinamiche bullizzanti output del borgetto Build future, stop bullying – III edizione.

La parità va promossa

La campagna di comunicazione ideata attraverso un progetto con il Liceo Classico, Linguistico, delle Scienze Umane EUGENIO MONTALE, il progetto è stato pensato con l’obiettivo di fornire a ragazze e ragazzi della scuola secondaria di II grado gli strumenti necessari per decostruire i principali stereotipi che stanno alla base della violenza di genere.

Liber3 di Essere