No nero è un brevissimo video rivolto a chi è vittima della cancellazione della norma che consentiva agli inquilini “in nero” di registrare il proprio contratto senza il consenso del proprietario (art 3, commi 8 e 9, DdL 23/2011).
Si trattava di una sorta di patto tra stato e cittadino per l’emersione dal nero e consentiva agli inquilini di ottenere finalmente un contratto in regola, il tanto agognato 4+4, e allo stato di obbligare i proprietari ad entrare nella legalità, in un paese dove sono stimati 950 mila affitti in nero. Quella norma dal 14 marzo non c’è più perché la Corte costituzionale l’ha dichiarata illegitima, non nel merito, ma per eccesso di delega (sentenza 50/2014).
Ora rimane rimane un vuoto legislativo e rimane il rischio per chi ha accettato di avvalersene di ritrovarsi senza casa, di dover restituire i canoni arretrati e di vivere con angoscia e preoccupazione il futuro.

Scosse partecipa alla rete di associazioni, comitati e spazi sociali denominata Patrimonio Comune e promuove la campagna no nero per offrire un aiuto concreto e consulenza a chi ha usufruito di quella norma per l’emersione dal nero e per creare una connessione tra chi oggi vive la stessa situazione, da nord a sud.

Basta vite in nero, basta lavori e affitti in nero.

 

5x1000 a Scosse

Stampa Stampa
educare alle differenze eventi
educare alle differenze 2

Coworking

Progetti dedicati all'adolescenza

Formazione infanzia

Leggere senza stereotipi

Huffingtonpost Monica Pasquino

Partecipa