figlilavoro

Mercoledì 16 maggio ore 19.00
Libreria delle donne TUBA
Via del Pigneto 19, Roma

 

L’Associazione SCOSSE, in collaborazione con TUBA la libreria delle donne, presenta:

“O i figli o il lavoro” di Chiara Valentini

Intervengono Lorella Reale, Laura Schettini e Chiara Valentini

 

Un libro-inchiesta sul mobbing e sulle discriminazioni di genere subite dalle donne che provano a conciliare maternità e professione.
Il libro sarà il punto di partenza per discutere insieme di parità di salario tra uomo e donna, maternità retribuita garantita, asili statali, flessibilità di orario per le neomamme, equa suddivisione tra i generi dei lavori di cura: le conquiste politiche e culturali che l’Italia non ha ancora raggiunto.

Ne consigliamo la lettura a tutte/i, soprattutto alla Ministra Fornero. Potrebbe darle qualche idea per riformare davvero il mercato del lavoro.

Da Nord a Sud la maternità è considerata una lunga malattia che costa troppo al datore di lavoro e che, al suo termine, trasforma la donna in una lavoratrice meno efficiente, perché “con la testa altrove”.
CHIARA VALENTINI giornalista e saggista, autrice di “O i figli o il lavoro” (Feltrinelli 2012, pp. 224, euro 16,00),
LORELLA REALE si è laureata nel 2000 in Filosofia con una tesi sul femminismo e l’etica applicata. Con l’Aleph Film di Roma ha realizzato documentari e inchieste per Rai Educational e Report. E’ curatrice del volume Futuro Femminile 1. Passioni e ragioni nelle voci del femminismo dal dopoguerra a oggi, (Libro + Dvd), luca sossella editore, 2008.
LAURA SCHETTINI è una precaria della ricerca. Nel 2005 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia delle donne e dell’identità di genere. Si occupa di storia di genere e della cultura scientifica tra Otto e Novecento. Tra i suoi lavori Il gioco delle parti. Travestimenti e paure sociali tra Otto e Novecento (Le Monnier, 2011).

Stampa Stampa
educare alle differenze eventi

educare alle differenze 2

Coworking

Progetti dedicati all'adolescenza

Formazione infanzia

Leggere senza stereotipi

Huffingtonpost Monica Pasquino

Partecipa

Coworking