Percorsi educativi di valorizzazione e misure di contrasto a violenze e discriminazioni

Il 3 febbraio Scosse sarà a Parma presso L’I.C. “Sanvitale- Frasalimbene”, per un’intensa giornata formativa dedicata all‘educazione alle differenze.
Due i temi centrali: la costruzione dell’identità di genere; la prevenzione e il contrasto ai bullismi nelle scuole

Il programma si articolerà in un modulo intensivo di 5 ore, rivolto alle docenti e ai docenti della Scuola secondaria di I grado Frasalimbene di Parma e del Liceo “Attilio Bertolucci”, aperto anche  ai genitori interessati.

PLENARIA APERTA A TUTTI GLI ORDINI
  1. Presentazione dei partecipanti all’incontro e conoscenza del gruppo di lavoro: chi siamo? Azioni e progetti dell’Associazione S.CO.S.S.E.
  2. Identità di genere e educazione alle differenze: obiettivi, buone pratiche e sguardi
  3. Condivisione di strumenti e risorse per favorire la discussione in classe
  4. Il ruolo dell’insegnante nella valorizzazione delle differenze di genere (e non solo)
LABORATORI

Prima attività docenti: focus sugli stereotipi di genere, riconoscimento e trasmissione (aperto a tutti gli ordini);

Seconda attività docenti: focus su educazione sentimentale come strumento di prevenzione e contrasto ai bullismi (rivolto principalmente a Secondaria di primo grado).

A concludere: restituzione e confronto sull’esperienza in plenaria.

CONTENTUTI E METODOLOGIA

La proposta formativa risponde all’esigenza di acquisire strumenti teorici e metodologici adeguati ad affrontare temi complessi ed urgenti quali la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere e ai bullismi, a partire dal contesto scolastico.

Il workshop, di stampo prevalentemente laboratoriale, favorisce la formazione non frontale, dando centralità ai momenti di auto-narrazione, interscambio di pratiche ed esperienze, riflessione condivisa.

Nel breve percorso proposto ci si soffermerà sugli stereotipi di genere, come elemento capace di condizionare sia la libera costruzione della propria identità, sia il confronto con l’altro/a.

In questa prospettiva, si collocherà il tema della violenza maschile sulle donne, rispetto al quale si cercherà di identificare con il gruppo le molteplici cause, a partire da una riflessione condivisa sull’immaginario collettivo e i modelli di relazione ad esso sottesi.

La riflessione su stereotipi e violenza di genere permetterà di lavorare sulla valorizzazione delle differenze come strumento per favorire la coesione del gruppo classe, lo sviluppo dell’empatia e la costruzioni di relazioni basate sul reciproco riconoscimento e rispetto.

Una delle finalità dell’intervento è riflettere e ragionare sulle potenzialità dell’educazione sentimentale come strategia per incentivare negli studenti e nelle studentesse l’espressione e il riconoscimento delle emozioni (proprie e altrui).

Il momento finale è concepito come restituzione e condivisione collettiva dell’esperienza proposta.

L’intento è di favorire un momento di approfondimento e di scambio all’interno del gruppo educativo circa il valore della differenza, il peso di stereotipi e pregiudizi rispetto a fenomeni quali violenza di genere e i diversi tipi di bullismo, il ruolo dei/lle docenti nel predisporre un ambiente d’apprendimento sereno e inclusivo.

A condurre la formazione sono Monica Pasquino, presidente dell’Associazione, e Marta Di Cola, insegnante.

Stampa Stampa
educare alle differenze eventi

educare alle differenze 2

Coworking

Progetti dedicati all'adolescenza

Formazione infanzia

Leggere senza stereotipi

Huffingtonpost Monica Pasquino

Partecipa

Coworking