work-life-balance-sign-postDa qualche anno il tema della valorizzazione delle differenze nel mondo del lavoro è diventata una moda manageriale anche in Italia.

Una delle attività più gettonate della strategia aziendale del diversity management è la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro. Peccato che questa moda produca raramente azioni concrete e troppo spesso finanzi solamente campagne comunicative da diffondere nelle aziende. Purtroppo, però, non basta un buon team di pubblicitari per supplire a ritardi culturali cronici.

Considerata la povertà dello scenario generale in cui si colloca, FLEXYFIABA – un progetto di conciliazione per le famiglie delle lavoratrici di due asili nido di Roma (www.asilolafiaba.it) – rappresenta una bella esperienza da replicare e promuovere, per questo SCOSSE ha accettato di contribuire alla sua realizzazione.

Ideato da Michela Modugno, direttrice degli asili nido, e da Elisabetta Lupidi della Fondazione IntegrAzione (www.fondazioneintegrazione.it), l’intervento risponde in modo concreto alle esigenze di flessibilità espresse dalle lavoratrici attraverso l’adozione di azioni e strumenti eterogenei.

Da un lato la realizzazione di modelli di organizzazione flessibili: la gestione autonoma dei turni di lavoro, l’adozione di contratti part-time reversibili, un servizio autogestito di banca delle ore, attività di formazione e aggiornamento professionale. Dall’altro l’attivazione di servizi di conciliazione: l’allestimento di una zona allattamento sul posto di lavoro, agevolazioni fiscali e incentivi economici, un servizio di counceling per le famiglie delle operatrici.

L’intero progetto FLEXYFABIA, finanziato dalla Regione Lazio, è disegnato per facilitare l’incontro tra le esigenze delle destinatarie e quelle dell’azienda, ottimizzando la gestione delle risorse umane impegnate nella doppia responsabilità di cura dei figli/e piccoli/e e impegno lavorativo.
Ci auspichiamo che questo progetto rappresenti una buona prassi da seguire per altre aziende. La nostra associazione mette la propria esperienza e professionalità a disposizione di quelle imprese interessate a ideare progetti simili e a realizzare percorsi di conciliazione per le/i propri dipendenti.
Per cominciare a cambiare concretamente la cultura e l’organizzazione del lavoro nel nostro Paese.
Per migliorare la qualità della vita di tutte e tutti noi.
Per vivere la maternità e la paternità senza rinunciare alla propria autonomia e al proprio lavoro, per goderci un figlio/a senza affaticamenti o sensi di colpa.

 

Monica Pasquino

Presidente di S.CO.S.S.E.

Stampa Stampa
educare alle differenze eventi

educare alle differenze 2

Coworking

Progetti dedicati all'adolescenza

Formazione infanzia

Leggere senza stereotipi

Huffingtonpost Monica Pasquino

Partecipa

Coworking