Marta

L’associazione S.CO.S.S.E. cerca nuove risorse nell’ambito della progettazione sociale (redazione, gestione, controllo, valutazione e rendicontazione di progetti in risposta a bandi italiani o internazionali di enti pubblici o privati).

Grazie all’impegno delle sue associate, S.CO.S.S.E. da dieci anni unisce passione, politica e professionalità per le pari opportunità di tutt*, per la valorizzazione delle differenze e per rafforzare la scuola pubblica in ottica transfemminista.

Termine per la ricezione delle proposte: 20/03/2021… Continua a leggere

Si è da poco conclusa la prima e più impegnativa parte di OPEN – Leggere il mondo in modo aperto, senza stereotipi di genere e di ruolo che ha visto la nostra partecipazione. Un progetto realizzato dai Comuni di Cavriago, Bibbiano, Gattatico e San Polo d’Enza, in collaborazione con Accento Società Cooperativa Sociale, Quarantacinque Consorzio Cooperative Sociali, Re.Search Soc. coop. e Camelot Società Cooperativa, e sostenuto dal contributo della Regione… Continua a leggere

Locandina convegno Build future, stop bullying

Il 22 giugno del 2018 si è svolto a Roma, presso l’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni di Via Milano 9/a, il Convegno finale del progetto Stop bullying, build future, nel corso del quale sono state presentate le Linee guida per azioni di contrasto al fenomeno del bullismo nelle scuole, redatte a conclusione di un progetto sviluppato nell’ambito dei programmi europei di finanziamento Justice e R.E.C. (Rights, equality e… Continua a leggere

Oggi 2 dicembre l’associazione SCOSSE è stata invitata in audizione alla Commissione Femminicidi e violenza di genere del Senato per raccontare la propria esperienza nell’ambito della prevenzione della violenza maschile contro le donne.

Abbiamo presentato il lavoro che da dieci anni svolgiamo nella scuola pubblica, spazio imprescindibile per la formazione di una cittadinanza democratica, plurale, laica e aperta a ogni differenza e anche un dossier con le nostre… Continua a leggere

Percorsi trasversali e proposte operative tra il nido e la scuola secondaria di primo grado per educare alle emozioni, alle relazioni e alla libertà

Scosse in classe

Quello che vi presentiamo oggi con grande emozione, e con un pizzico di soggezione per il momento così particolare in cui questo accade, è il primo capitolo di un quaderno operativo pensato per trattare tematiche delicate e urgenti come il rientro a scuola e le misure… Continua a leggere

Gli studenti lavorano in gruppo

Oggi più che mai, il refrain che si sente correre di bocca in bocca è “ci manca la scuola”.

Tra distanziamenti sanitari e distanziamenti sociali che diventano divari, tra DAD e pervasività di schermi e intrattenimento frontale, marginalizzazioni di chi non ha strumenti o chi ha diverse possibilità e competenze in una società sempre più discriminatoria, classista e abilista. Nella liquefazione degli spazi e dei tempi di lavoro, tra genitori… Continua a leggere

Educare alle differenze 202?

Sono passati solo otto mesi, eppure sembra un secolo. Nell’affollata aula magna di una scuola pisana, l’associazione Immaginare Orlando proponeva la propria città per l’edizione 2020 del meeting nazionale di Educare alle differenze: Bergamo. Qui, a inizio febbraio, la prima assemblea di presentazione nell’auditorium cittadino di fronte a decine di insegnanti, educatrici, formatori, attivist* di associazioni. Poi l’accordo con l’Istituto superiore che avrebbe accolto l’evento… Continua a leggere

di Saura Effe \ Laura Fontanella

insegnante, co-fondatride della casa editrice Asterisco Edizioni

Una classe abbandonata nella città di Pripyat, Ucraina, in una foto scattata circa vent’anni dopo il disastro nucleare. Foto del Gerd Ludwig Institute.

Buongiorno utente angie87, sono le otto e trenta. Ieri, 7 marzo, hai ottenuto 4 nuove visualizzazioni. Il tuo saldo mensile ammonta attualmente a 4 euro e 20 centesimi.” Tendo una mano verso… Continua a leggere

In questo momento in cui le relazioni e i corpi sono costretti, in cui il contatto fisico è bandito e si vive spesso una situazione di convivenza forzata in spazi ristretti, qual è la percezione di chi siamo, della nostra identità e dei nostri corpi?

Se la soggettività di ogni persona, il nostro sentirci a nostro agio nell’essere noi stess*, si definisce per differenza dall’altr*, attraverso le persone che incontriamo… Continua a leggere

È molto difficile prendere parola in questi giorni in cui ognuna di noi è sommersa da mail, messaggi whatsapp, gruppi facebook.

È difficile prendere parola senza sembrare giudicanti o censorie, senza sommarsi alle migliaia di notizie, richieste, suggerimenti, gif e montaggi più o meno divertenti e più o meno amari.

È importante, però, restare in ascolto con curiosità, all’erta e sveglie, non smettere nemmeno per un attimo di continuare… Continua a leggere

5x1000 a Scosse

educare alle differenze eventi
educare alle differenze 2

Coworking

Progetti dedicati all'adolescenza

Formazione infanzia

Leggere senza stereotipi

Huffingtonpost Monica Pasquino

Partecipa